Santoro l’uomo ovunque: “Non buttiamo mai la palla. E’ un gioco che fa bene a tutti”

Pubblicato in Qui falchetti il 20 gennaio 2021

“Ora stiamo raccogliendo i frutti tanto attesi. Abbiamo lavorato molto in questi mesi ed ora siamo arrivati nella condizione migliore”. Salvatore Santoro è uno degli uomini copertina della vittoria di Bisceglie. Il ruolo che gli ha cucito addosso mister Guidi ha segnato senza dubbio la svolta per il suo percorso: “Mi abbasso molto per prendere la palla. Anche le due mezzali vengono a giocare, siamo sempre vicini. Ci troviamo bene con questo sistema di gioco. Non buttiamo mai la palla. E’ un gioco che fa bene a tutti. Siamo costruiti per giocare e non certo buttarla lunga e rincorrere. Anche oggi abbiamo dimostrato di saperci adattare ad ogni situazione. Nella prima parte della gara abbiamo giocato davvero bene e mancava soltanto la rete. Dopo il vantaggio di inizio ripresa loro si sono alzati, come giusto che sia. Noi abbiamo arretrato il nostro baricentro per conservare il risultato perché era fondamentale portare a casa punti”.

“Nella prima parte di stagione abbiamo dovuto fare i conti con mille imprevisti. Ora siamo arrivati a questo punto della stagione nella migliore condizione fisica e mentale. Abbiamo vinto su campi difficili e in scontri diretti. Non possiamo che essere soddisfatti. Noi siamo la testimonianza di come il gruppo sia fondamentale. Ci aiutiamo sempre. Non abbiamo mai smesso di farlo, anche quando non arrivavano i risultati”.

“Ho lavorato molto anche sull’aspetto fisico. Ho trovato la mia condizione ideale. Finalmente è arrivata. Speriamo di continuare così. Ma non soltanto a titolo personale, ma soprattutto dal punto di vista della squadra. Così potremo arrivare lontano”.