PREMATCH | Guidi: “Cavalchiamo l’entusiasmo dell’ultimo successo e continuiamo su questa strada!”

Pubblicato in Qui falchetti il 16 gennaio 2021

Archiviata la vittoria con il Catania, per la Casertana è il momento della prima gara di un ciclo di trasferte in rapida successione. Così mister Guidi presenta la gara: “E’ una partita importante. Non a caso nel post-gara di domenica scorsa avevo già rivolto il mio pensiero a Pagani. Sappiamo delle difficoltà che incontreremo. Non bisogna sottovalutare il cambio di allenatore avvenuto un paio di giorni fa; questo può dare qualcosa in più all’interno del loro spogliatoio per quanto riguarda la motivazione e la voglia di farsi vedere. Oltre all’ovvia importante di una gara di questo tipo. La squadra ha lavorato molto bene in questi giorni. Ho chiesto di cavalcare l’entusiasmo della partita col Catania e continuare a giocare con quello spirito e quella voglia. Per noi non è ancora concluso il girone di andata visti i due recuperi e sappiamo che in questo mini-ciclo di tante partite che ci metteranno alla prova dal punto di vista fisico. Per fortuna abbiamo recuperato alcuni calciatori e, anche se non sono al massimo, questo mi permetterà di cambiare strategia di gara e gestire il minutaggio di ogni singolo elemento. Ora pensiamo innanzitutto alla gara di Pagani”.

SORRISO RITROVATO – “Non dobbiamo mai perdere di vista il nostro obiettivo. Chiaramente una vittoria come quella col Catania accresce l’autostima e consapevolezza. La vittoria è figlia di un atteggiamento ed una forza di volontà messa in campo dai ragazzi e che dobbiamo essere bravi a tenere in tutte le partite”.

L’ULTIMO INNESTO – “Rillo è un calciatore con buona resistenza e velocità. E’ un mancino e ne avevamo pochi, tolti Del Grosso, Pacilli, Matese e Cavallini. Eravamo pochi in rosa. Ha caratteristiche che a noi piacciono. E’ intelligente e può interpretare diversi spazi. Mi dà alternative per giocare in maniera diversa”.

L’AVVERSARIO – “La Paganese sa farti giocare male. E’ un campo storicamente difficile. Loro sono molto pericolosi nelle mischie e nelle ripartenze, grazie a calciatori rapidi come Diop. Dobbiamo essere attenti e bravi ad essere squadra, mantenendo le distanze tra i reparti e mettendo molta attenzione e aggressività nelle marcature preventive. Perché se diamo loro la possibilità di inserirsi negli spazi possono farci male”.

REPARTO D'ATTACCO – “Pacilli ha avuto un problema in rifinitura e non sarà della gara. Castaldo e Fedato? Hanno entrambi pochi allenamenti, ma entrambi possono partire titolari”.