Maiuri: “Non può sfumare una vittoria così. Ma cresceremo e faremo di tutto per arrivare lì in alto…”

Pubblicato in Qui falchetti il 14 novembre 2021

Amareggiato il tecnico Maiuri per la vittoria sfumata nelle battute finali: “Peccato perché il pari è arrivato nel momento in cui eravamo in pieno controllo della gara. Se fosse arrivato nelle fasi iniziali del secondo tempo l’avremmo metabolizzato diversamente, ma non certo quando dalla panchina avevo l’impressione che ormai stessimo gestendo senza ansia e difficoltà. Ma ancora una volta ci troviamo a parlare di questi rimpalli in cui dobbiamo mettere più cattiveria. Qua ci giochiamo tutti tanto. A me dispiace perché a quel punto la gara era messa sui binari che volevamo, contro una squadra di assoluto rispetto che c’ha anche messo in difficoltà. I ragazzi hanno dato tutto e c’hanno messo il cuore, hanno saputo difendere quando la gara lo richiedeva. Ma ci manca ancora qualcosa. Quel quid per fare il salto e dire che siamo una squadra di livello superiore. C’è da dire che loro hanno trovato anche un eurogol. Ma è il momento di dire basta. Stiamo perdendo troppi punti sul finire delle partite. Dobbiamo crescere in termini di maturità, ma sicuramente lo faremo perché questi ragazzi lavorano tutti i giorni al massimo. Analizziamo ancora una volta questo errore, ma non ripetiamolo mai più!”

“Tutti possono perdere punti con tutti. Per cui per me la gara di domenica prossima è una partita come tutte le altre. Non è la sfida della vita. Dovremo preparala nel migliore dei modi e voglio vedere anche la rabbia. Andare a casa così dà fastidio. Il pari può anche starci, ma non così. Non quando eravamo in controllo delle partita e loro non ne avevano più. Non un gol come questo. Sono incavolato, ma anche i ragazzi nello spogliatoio lo erano. Eccome. Non ci siamo mai nascosti. Lavoriamo per fare in modo che il 15 maggio la Casertana si trovi lì in alto. Ci sarà da lottare tantissimo, perché la concorrenza è forte, spietata”.

“Domenica mi aspetto tanta gente. Venite ad incitare questa squadra perché lo merita davvero. Non voglio mettere pressioni su nessuno sul venire allo stadio perché posso comprendere le motivazioni di ognuno. Però abbiamo bisogno dei nostri tifosi. Li vogliamo al nostro fianco e speriamo ne siano sempre di più. Vogliamo mettere ogni domenica una bandierina rossoblu in più su un balcone a Caserta fino ad arrivare il 15 maggio per trovare una città imbandierata. Proveremo con tutte le nostre forze. Non so se ci riusciremo, ma daremo tutti noi stessi”.