Maiuri: “E’ stato un mese difficile. Questa vittoria ridia fiducia alla squadra”

Pubblicato in Qui falchetti il 23 gennaio 2022

Questa l’analisi di mister Maiuri al termine del match: “Vittoria arriva solo alla fine su rigore, ma strameritata. Se vediamo le occasioni avute in una partita molto maschia su un campo difficile, che per caratteristiche permetteva poco gioco. E’ stata una gara in cui entrambe le squadre non hanno preso molto rischio nel costruire. Noi siamo stati molto bravi sui secondi palloni. Sapevamo che sarebbe stato questo tipo gara e li abbiamo costretti sempre a lanciare palla lunga. Sono contento, a parte per la vittoria, ma soprattutto perché è stato un mese particolarmente difficile. Ci siamo allenati spesso solo con dieci giocatori, di cui appena un difensore. Era impossibile anche fare una partitina. Alcuni hanno giocato con un paio di allenamenti nelle gambe e dato anima e cuore. Questo deve essere un punto di partenza per noi. Da questa tipo di tensione. Abbiamo sempre pagato caro delle disattenzioni, buttando via partite che avremmo meritato di vincere. Oggi ho visto una squadra molto attenta. La squadra ha fatto la partita che doveva”

“Dopo la sosta natalizia, ci siamo guardati negli occhi. E’ stato il peggior Natale che ricordi. Ai ragazzi avevo detto che bisogna cercare equilibrio. Abbiamo dimostrato che quando riusciamo a esprimerci su buoni livelli, con entusiasmo sfoderavamo grandi prestazioni. Di fronte alle prime difficoltà, invece, perdiamo subito certezze. E così non doveva essere. Oggi abbiamo risposto sul campo. Difendendo bene su situazioni che in passato ci sono costate davvero tanto”.

“Mercato? Arriverà sicuramente un attaccante. Avevamo definito alcune situazioni, ma non si sono concretizzate perché si pretendeva la certezza di una maglia da titolare. La concorrenza è fondamentale. Non posso certo garantire una cosa del genere ad un calciatore. Lo ritengo poco professionale. Per questo abbiamo dovuto cambiare obiettivo”.

“Salto? Ha fatto davvero una grande partita. Da quando è arrivato si è allenato sempre bene ed oggi c’ha dato una mano importante. Bene anche Sansone. Sono contento per lui. Gli ho fatto i complimenti a fine gara. Ha avuto anche la possibilità di andare via e guadagnare di più, ma ha preferito restare qui. Queste sono persone che alle fine riusciranno ad incidere. Oggi ha lottato e corso. Si è allenato con il cuore il mano”.

“Questa vittoria deve ridare fiducia a questa squadra. Ho visto i ragazzi moralmente in difficoltà in quest’ultimo mese. Hanno sempre messo tanto impegno. Non si discute. Partita dopo partita dobbiamo provare a rosicchiare qualche posizione”.