Liccardi: “Sapevo che ci saremmo trovati lì in alto. Ma conta esserci il 15 maggio!”

Pubblicato in Qui falchetti il 21 novembre 2021

Un gol pesante. L’ennesimo. Liccardi entra e segna. E quell’abbraccio al momento del cambio con Favetta sintetizza la forza di questo gruppo: “Fa parte del nostro modo di vivere lo spogliatoio. Penso che l’abbiamo più volte dimostrato, non solo io e Ciro, ma tutta la squadra. Normale che vorremmo giocare tutti, ma restiamo al nostro posto e ci facciamo trovare pronti” “Il nostro compito è di fare gol per la Casertana prima ancora che per noi. Questo spirito di gruppo che abbiamo costruito dal primo giorno c’ha portato lì sopra. Non penso sia un caso, a parte perché siamo una squadra forte. Secondo me la più forte. Anche perché ci vogliamo bene”.

“Con Ciro è nata una bella amicizia. Stiamo insieme anche fuori dal campo. Per noi non è un problema se gioca l’uno o l’altro. Quella che conta è solo la maglia. Il 15 maggio è il nostro unico obiettivo”.

“Ad essere sincero mi aspettavo di trovarci in testa alla classifica a questo punto. Dico la verità. Dal primo giorno si vedeva questa unione particolare. Anche se oggi conta poco essere primi. Conta in quel famoso 15 maggio. Ora dobbiamo pensare solo a mantenere il primato. Da martedì si deve spingere ancora di più. Questo prima ci responsabilizza. Se vogliono superarci devono fare qualcosa di straordinario”.