Il diesse Pastore: “Al lavoro per approfondire conoscenza del gruppo”

Pubblicato in Qui falchetti il 12 novembre 2020

Da due giorni al lavoro all’ombra della Reggia. Il neo direttore sportivo Ivano Pastore ha le idee chiare sul lavoro da svolgere: “Primo impatto è stato ottimo. Sono solito calarmi subito nella realtà in cui vado ad operare. Mi piace conoscere le persone con cui dovrò rapportarmi. Per questo mi sono subito diviso tra stadio e sede sociale. Chiaro che per il lavoro che svolgo da tempo, conoscevo gran parte dei calciatori in rosa. E’ chiaro che per avere in un’idea più completa sul gruppo ci vorrà un po’ di tempo. Una chiacchierata col mister è stata già fatta. Da martedì è iniziata per me la stagione 2020-21 che per ora ci vede penultimi. Un’annata anomala con tante squadre che devono recuperare partite e che sono state costrette a giocare senza alcuni elementi non certo per infortunio. Va fatto un lavoro più completo. Col mister valuteremo come e dove intervenire, ma per ora mi interessa conoscere meglio il gruppo”

“Ho trovato una squadra di ragazzi eccezionali. Ascoltano il mister e lo seguono in tutto, forse in alcuni casi peccano di personalità. Cosa che pesa nei momenti di difficoltà. Ci sono calciatori con potenzialità importanti. Squadra giovane? Beh, in un’annata in cui ci sono squadr3 come Bari, Catania, Ternana ed altre che investono tanto, tu decidi di fare un altro tipo di discorso. Quello di puntare sui giovani. Quando fai questo progetto devi mettere in preventivo delle difficoltà. Chiaro che con una squadra impostata in questo modo qualcosa devi pur dare ai tifosi: attaccamento alla maglia, capacità di divertire”.

“Ho visto la Casertana dal vivo contro il Foggia, poi quelle con Teramo ed Avellino. In queste ultime due aveva espresso un’idea di gioco, mentre in quella persa al Pinto è stata interpretata male la gara. Non hanno fatto quello che provano in settimana. Si sono adeguati alle qualità del Foggia, abbandonando la sua indentità”.