Guidi: “Per questo gruppo vedo futuro roseo. Vogliamo rendere orgogliosi i nostri tifosi”

Pubblicato in Qui falchetti il 11 ottobre 2020

Frizzante, propositiva e brillante. E’ al lavoro per fare in modo che la Casertana sia costantemente così. E mister Guidi mostra la sua soddisfazioni per quanto mostrato per lunghi tratti del match: “Se analizzo l’intera partita non posso che essere soddisfatto. Di fronte avevamo una delle principali pretendenti alla serie B. Veder giocare la squadra con la qualità e la mentalità nel primo tempo, con in campo ragazzi arrivati da poco e che erano alla loro prima partita in assoluto con la Casertana, mi rende soddisfatto. Quei due minuti di inizio ripresa mi hanno fatto rientrare nello spogliatoio con qualche rimpiante. Dispiace. I primi minuti di Potenza era stato uguale. Non è stato casuale. Non è conseguenza dell’aver abbassato alla guardia- E’ dovuto proprio alle poche partite giocate fino ad oggi. E’ fisiologico che ci mettiamo qualche minuto in più ad ingranare rispetto agli avversari. E non potevamo certo tenere i ritmi della prima frazione, considerando che era anche normale che la Ternana avesse una reazione. Non posso che fare complimenti ai ragazzi”.

CRESCITA -“C’è stato un passo in avanti rispetto a Potenza. Lì abbiamo rotto il ghiaccio. I ragazzi sono concentrati e stanno metabolizzando le nostre richieste durante gli allenamenti. Mi aspetto una crescita esponenziale. Se devo guadare al futuro non posso che pensarlo roseo. Sono convinto che questi ragazzi possano fare belle cose e far divertire i tifosi, e questo è il nostro obiettivo. Chiaro che ci dobbiamo salvare, ma vogliamo far divertire la nostra gente che sta soffrendo lontano da noi. Vogliamo rendere loro orgogliosi di noi”.

L’ASSENZA DI CASTALDO“E’ uno dei nostri calciatori più rappresentativi. Non nego che non averlo a disposizione è pesante. E’ una guida per tutti questi ragazzi e per me una certezza. Incute timore negli avversari, sa leggere i diversi momenti della gara. Rappresenta un giocatore fondamentale per la Casertana. Le sue caratteristiche sono senza dubbio diverse rispetto a Cuppone. Sta a noi dello staff scegliere l’impostazione in base agli avversari che abbiamo di fronte e fare in modo che possano esprimersi al meglio”.