Guidi: “Primo tempo imperdonabile. Peccato aver sciupato un’occasione importante”

Pubblicato in Qui falchetti il 14 marzo 2021

Questa l’analisi di mister Guidi al termine della sfida persa al Pinto col Bisceglie: “Purtroppo abbiamo sbagliato completamente il primo tempo. Abbiamo commesso degli errori che solitamente non palesiamo. La partita si era sviluppata così come avevamo previsto e per questo era necessario avere pazienza e non forzare le giocate e stare attenti a questi passaggi che non dovevamo sbagliare. Altrimenti ci saremmo esposti proprio a quelle ripartenze che hanno avuto, su una delle quali c’hanno fatto gol. E su questo hanno costruito la loro partita, abbassandosi e non concedendo spazi. Purtroppo siamo mancati e il motivo lo analizzeremo con la squadra. A fine primo tempo ero arrabbiato perché questi tipi di errori li facevano ad inizio stagione, quando eravamo in fase di costruzione, e non certo in questi ultimi tempi. Abbiamo commesso gravissimi errori. Imperdonabili proprio perché era una partita ideale per cercare di proiettarsi verso nuovi orizzonti. Il primo tempo è imperdonabile, nella ripresa invece loro non sono mai venuti fuori, e vorrei rivedere anche il gol annullato a Rosso. Ma non dobbiamo puntare sulla reazione dopo aver preso uno schiaffo, dobbiamo dare continuità alle nostre prestazioni”.

“Effetti sull’autostima? Non dobbiamo mai dimenticare che il nostro obiettivo è la salvezza e che siamo tutt’oggi nei playoff. I ragazzi stanno facendo qualcosa di più rispetto a quanto era nella previsioni e che a dicembre eravamo penultimi. Se abbiamo creato aspettative in città vuol dire che i ragazzi stanno facendo qualcosa di bello. Se una sconfitta può far crollare tutte le nostre certezze, allora vorrebbe dire essere troppo fragili mentalmente per poter ambire a qualcosa in più. Intanto prendiamoci questi tre punti che mancano all’appello e li vogliamo fare il prima possibile. Poi se dovessimo entrare tra le prime dieci faremmo grandi applausi a questi ragazzi”.

“Questa sconfitta deve stimolarci a fare qualcosa di più. Perché a Bari serve un’impresa. Ci troveremo di fronte una squadra che lotta al vertice e viene da due sconfitte consecutive. Troveremo una squadra molto arrabbiata, come del resto noi, e dovremo cercare di fare una prestazione sopra le righe”.