Guidi: “Partita importante e bella da giocare. Assenze? Sono tranquillo, mi fido di questi ragazzi!”

Pubblicato in Qui falchetti il 02 aprile 2021

Il tecnico Federico Guidi presenta così la sfida interna con il Palermo: “Ci attende una partita difficile. Dopo aver raggiunto in anticipo il nostro obiettivo, ora dobbiamo affrontare ogni partita cercando di dare il massimo per portare a casa un risultato positivo, per poi guardare la classifica a fine campionato. Avremo di fronte una squadra che, forse, ha avuto alti e bassi. Perché una squadra costruita per provare a vincere il campionato. Ha in rosa giocatori esperti, di grande qualità, molti dei quali di recente erano anche in categoria superiore. Servirà la migliore Casertana e chiaramente una prestazione di squadra per riuscire a fare un risultato positivo. E’ una gara importante in chiave classifica perché, grazie alle nostre prestazioni, ora possiamo buttare lo sguardo un po’ più in là. E’ una partita bella e importante da giocare. Abbiamo l’obbligo di fare una partita con intensità alta e cercare di dilatarla nel tempo”

“In queste due settimane abbiamo individualizzato il lavoro cercando di recuperare quanti più calciatori possibili. Purtroppo ci siamo trovati a fare i conti con infortuni che necessitano della giusta attenzione per evitare eventuali ricadute. Con gli infortuni muscolari bisogna avere la giusta cautela. Abbiamo sicuramente recuperato Del Grosso appieno, Izzillo verrà valutato in queste ore. Non vogliamo correre nessun tipo di rischio, visto che manca da più di un mese. Se l’ecografia effettuata in queste ore sarà confortante, allora sarà a disposizione per la panchina. Icardi e Turchetta saranno a disposizione per la prossima partita. Castaldo ha ripreso a correre e resterà ancora fuori. Viene da diverso tempo di inattività”

“Fortunatamente possiamo contare su calciatori estremamente intelligenti e in questi giorni abbiamo lavorato su diverse soluzioni per sopperire alle assenze. Anche con la possibilità di cambiare qualcosa. Sono tranquillo, perché nelle difficoltà questi ragazzi mi hanno abituato bene. Sanno esaltarsi. Potremmo ricordare tante partite in cui la squadra ha tirato fuori la prestazione quando eravamo in emergenza. Sono convinto che daranno il 110%”.