Guidi: “Orgoglioso di questi ragazzi. Mi diverte lavorare con loro ogni giorno”

Pubblicato in Qui falchetti il 20 gennaio 2021

Dalle sue parole trasuda entusiasmo ed orgoglio. Entusiasmo per il momento che sta vivendo la sua Casertana dopo tante difficoltà, orgoglio per il piglio ormai consolidato dei suoi ragazzi. Mister Guidi commenta così la terza vittoria di fila: “La squadra ha ormai recepito, al di là dei concetti e i principi di gioco, come vanno affrontate le diverse situazioni del match. Soprattutto quale è lo spirito che deve contraddistinguerci. Non mi stanco mai di sottolineare come questo sia un gruppo stupendo. Sono orgoglioso di ognuno di loro. Mi diverte e soddisfa allenare questa squadra ogni giorno. Anche oggi abbiamo abbinato grande possesso palla nel primo tempo, in cui meritavamo essere già in vantaggio, allo spirito di sacrificio del secondo tempo”.

“Non abbiamo mai avuto la possibilità di dare continuità al nostro lavoro a causa dei tanti imprevisti. Ma ho visto tutti questi ragazzi crescere rispetto alla scorsa estate. Sono tutti da menzionare. La crescita di Santoro, Cuppone, Matese… ma non citarne alcuni sarebbe sbagliato. Credo fortemente che questo gruppo stia prendendo consapevolezza delle proprie possibilità ed ha ancora ampi margini di miglioramento”.

“Dai nostri errori dobbiamo imparare. La sconfitta col Foggia ha aperto gli occhi a tutti noi. Siamo costruiti e lavoriamo per provare a fare un certo tipo di calcio. E’ la nostra identità da portare ovunque per non avere mai rimpianti. I ragazzi sono stati molto bravi a recepire questo messaggio e da quel momento non hanno più sbagliato. Il passo avanti fatto negli ultimi tempi è soprattutto sotto l’aspetto del carattere, del temperamento, la voglia di stare in partita sempre”.

“A volte vengono espressi giudizi in maniera molto affrettata e sono figli del momento. Noi eravamo al penultimo posto, ma avevamo tre partite in meno rispetto a tante squadre. Quella classifica non poteva essere veritiera. E devo dare atto, come già detto, alla famiglia D’Agostino e alla società di non essersi fatti distrarre dalla classifica, ma hanno tenuto la barra dritta e c’hanno permesso di lavorare con estrema serenità. Alla famiglia D’Agostino e ai nostri tifosi, che soffrono lontano dalla Casertana, è dedicato questo momento”.