Guidi: “L’espulsione è stata decisiva. Dopo il terzo gol la partita è finita”

Pubblicato in Qui falchetti il 13 aprile 2021

Mister Guidi analizza così la sconfitta di Viterbo: “La partita si è subito messa male con quel gol preso in apertura su una palla inattiva nata su un fallo che non c’era. Lì la squadra è stata brava a reagire e a tenere bene il campo. Riusciamo a far girare palla e a fare le nostre cose. Siamo riusciti meritatamente a recuperare la gara con Pacilli. L’inerzia della gara era dalla nostra parte, purtroppo l’ha cambiata l’episodio negativo dell’espulsione di Del Grosso. Siamo rientrati negli spogliatoi in svantaggio a partita conclusa e in dieci uomini. E’ stato l’episodio che ha deciso il match e penalizzato la squadra. Fino a lì stava facendo una buona prestazione. Avremmo potuto giocare addirittura noi in superiorità numerica per un’entrata di Camilleri su Matese, a cui poi si è aggiunta quella di Murillo ad inizio ripresa. L’ultima mezz’ora, una volta incassato il 3-2, la partita è finita. L’episodio decisivo è sicuramente l’espulsione. Il 5-2 è figlio dell’inferiorità numerica che ha inciso su tutto l’andamento del match”.

“E’ una sconfitta che, se viene presa nel modo giusto, può darci una spinta ulteriore a fare qualcosa di bello. Sarà un metro di valutazione mio e dello staff nel guardare dei ragazzi che vogliono subito reagire, come hanno sempre fatto. Questa sconfitta fa male. Perderla con cinque gol, ancor di più. Era una sfida che sentivamo tutti quanti. Ora dobbiamo pensare alla sfida di giovedì. A Monopoli sarà uno spareggio play-off. Un risultato che sarebbe prestigioso. Da domani guarderò tutti negli occhi. Metterò in campo quelli che avranno quell’energia giusta per potersi andare a prendere sul campo un risultato prestigioso come i play-off. Un obiettivo insperato fino a qualche mese fa e che ora vogliamo giocarci fino alla fine. Senza avere nessun rimpianto”.