Guidi: “Le difficoltà hanno fatto scattare la molla. I ragazzi sono stati eroici!”

Pubblicato in Qui falchetti il 10 gennaio 2021

Entusiasta della prova dei suoi ragazzi. Mister Guidi ha parole d’elogio per l’intero gruppo: “Ho sempre rimarcato l’impegno e la professionalità di questo gruppo. E non avevo dubbi sul tipo di prestazione che avremmo visto contro il Catania. Le ultime difficoltà, soprattutto quando eravamo decimati dal Covid, c’hanno fatto arrabbiare. Ci siamo sentiti privati della possibilità di giocarci le partite. In noi è scattato qualcosa in più. I ragazzi sono stati eccezionali. Possiamo anche perdere, ma è il come a dover fare la differenza. Non deve mai mancare la voglia di dare tutto. Oggi non avrei voluto parlare. E’ giusto che i riflettori siano dedicati a tutti i venti calciatori. Solo loro sanno cosa hanno passato e quanto hanno sofferto. Cuppone è rientrato da tre giorni con tre chili in meno ed anche altri. E sul campo sono andati oltre quelle oggi sono le loro possibilità. Sono stati eroici”.

LA PRESTAZIONE- “La qualità del primo tempo è da evidenziare. Abbiamo tenuto e creato occasioni uscendo dalla loro pressione. Negli ultimi minuti non avevamo più energie perché molti di noi non avevano nemmeno il giusto allenamento nelle gambe. Normale che potessimo soffrire. Ma nella sofferenza siamo stati bravi ad essere ordinati e a portare a casa il risultato rimanendo squadra".

I NUOVI INNESTI“C’hanno sicuramente dato qualcosa in più. Le loro caratteristiche si sposano con le nostre idee di gioco. Turchetta è entrato in punta di piedi nella partita e pian piano ha rotto il ghiaccio. Intravedo in lui prestazioni nettamente superiori. Mi è piaciuto tantissimo per la voglia di esserci, di caricare i compagni. Si vedeva che aveva già vissuto in questa società e che tiene a questa maglia. Voleva far bene. Come è stata importante l’esperienza di Del Grosso dietro in certi momenti. Parlava tanto, richiamava. Cose che mancavano”.

LA VITTORIA – “Sono i risultati che creano entusiasmo. Riuscire a vincere contro una squadra come il Catania che veniva da otto risultati positivi e che punta in alto è sicuramente importante. I ragazzi spesso mi hanno fatto vedere prestazioni di spessore contro avversari importanti. Ricordo le prove con Ternana, Catanzaro, Avellino e non solo. Sappiamo che se giochiamo di squadra e con grande intensità riusciamo a mettere in difficoltà chiunque. Ma se qualcuno si scollega o gioca individualmente possiamo perdere anche contro avversari inferiori”.