Guidi: “Assenze pesanti, ma niente alibi. Pensiamo a giocare come sappiamo”

Pubblicato in Qui falchetti il 20 ottobre 2020

Un’altra gara difficile e tante assenze. Mister Guidi presenta così il match con il Catanzaro: “Ci aspetta partita difficilissima visto che ci troveremo di fronte una squadra costruita per il vertice del campionato e provare ad andare in B. Sappiamo che avremo tante difficoltà e dobbiamo buttare il cuore oltre l’ostacolo. Dobbiamo riuscire a fare una prestazione positiva per cercare di strappare quei punti che servono alla nostra classifica. Sarà difficilissimo, ma la squadra ha voglia e fame. Vuole evitare gli errori fatti a Teramo e andarsi a prendersi quello che ci è sfuggito nelle partite precedenti. Le assenze fanno parte delle difficoltà di cui parlava. Sono tanti i calciatori fuori. E’ un momento in cui non siamo fortunati. Tutte le defezioni sono quasi nello stesso reparto e non ci concedono alternative. Ma non dobbiamo cercare alibi. Lavoriamo su noi stessi per una prestazione positiva. Dentro lo spogliatoio non dobbiamo portarci alcun rimpianto al termine della gara”.

VARIAZIONE- “Le caratteristiche di chi andrà in campo sono diverse rispetto a quelle di Matarese e Fedato. Per questo non posso chiedere loro di svolgere lo stesso lavoro. Abbiamo lavorato su un’altra possibilità, ma senza stravolgere i nostri principi e le nostre idee. Vogliamo essere una Casertana propositiva. Gli uomini saranno determinante per scegliere il sistema di gioco”.

GLI ERRORI –Contro il Teramo abbiamo avuto un approccio sbagliato nel primo tempo. Il vantaggio immediato mi ha fatto capire che eravamo passivi. C’ha fatto gol un giocatore statico dentro l’area piccola. Nessuno ha aggredito la palla mentre eravamo schierati a zona. Errori che nel percorso di crescita appena iniziato ci stanno. L’importante è metabolizzare e capire”.

EQUILIBRIO - “Dobbiamo essere equilibrati nell’esprimere un giudizio. Abbiamo affrontato Teramo primo in classifica, Ternana che ha subito gol solo da noi e Potenza, ormai gruppo consolidato. Squadre più rodate e costruite per fare un campionato diverso dal nostro. Siamo una squadra giovane, abbiamo perso a Teramo e ci può stare. Un campo difficilissim. Avevano messo sotto anche il Bari. Non dobbiamo perdere di vista quanto fatto sul campo, anche il relazione alla giovane età. Siamo convinti che hanno qualità e che, però, sono fisiologici certi errori”.