Favetta: “Ci siamo lasciati alle spalle un periodaccio. Grande prestazione di tutti”

Pubblicato in Qui falchetti il 20 novembre 2022

Sorridente e felice. Vittoria e ritorno al gol, così Ciro Favetta: “I complimenti vanno fatti a tutta la squadra. Il calcio, come la vita, è fatto di momento. Noi ci siamo lasciati alle spalle un periodaccio. Ci siamo fatti influenzale a livello mentale, ma poi siamo riusciti a venirne fuori. Oggi è stata una grande partita. Abbiamo avuto due piccole distrazioni su palle inattive, poi c’è da dare merito al gran gol di testa del loro attaccante. Dobbiamo lavorare soprattutto sul gol preso su un calcio da fermo. Ma, tolto questo, la squadra ha fatto una grande partita. Il rigore? Dopo averlo fallito la scorsa settimana, dentro di me avevo voglia di riscattarmi, ma in settimana Mauro li ha battuti in allenamento meglio di tutti ed era giusto che lo calciasse oggi lui. Quando hai giocatori di qualità come Bollino riesci a capirti con uno sguardo. Basti pensare il rigore nasce da un suo velo. Ci passiamo palla anche senza toccarla. Giocate che in questa categoria non si trovano facilmente”.

“Erano tre partite che non andavo a segno, non credo sia stato un lunghissimo periodo. Ma l’attaccante vive per il gol e quindi non potevo nascondermi. Volevo buttarla dentro. Il feeling con Bollino? Ad oggi avevamo cambiato tanto e spesso. Era mancata un’identità, cosa che non ha permesso che si vedessero certe giocate. Ma ora le cose stanno cambiando e in campo lo si vede”.

“Le prestazioni erano ottime anche prima della gara di oggi. Era mancata la finalizzazione, forse anche perché non eravamo spensierati. Ma alla lunga chi è forte mentalmente ed ha qualità viene fuori.