D’Angelo: “Quando crei così tanto devi vincere e andare via. Non mi accontento”

Pubblicato in Qui falchetti il 12 gennaio 2020

Due gol e ancora la sua firma. Angelo D’Angelo è il protagonista di giornata: “Sono contento per il mio cammino. Ma in una partita in cui crei così tanto e schiacci letteralmente l’avversario, devi vincere e andare via. Non va bene. Me ne vado arrabbiato a casa. Se giochi male è giusto che strappi un punto. Ma se fai una partita come questa devi vincere assolutamente. Loro hanno fatto appena due affondi e abbiamo preso gol facilmente. Dobbiamo stare attenti. Altrimenti parliamo inutilmente durante la settimana. Dobbiamo acquisire la mentalità giusta per dare fastidio a tutti e scalare la classifica. Se vogliamo accontentarci dei 40 punti da raggiungere è un altro discorso. Ma io guardo oltre. Cerchiamo di farli quanto prima, poi vedremo. Ci sta che si sbagli sotto porta. Questo è comunque un punto importante, ma se vogliamo fare quel salto di qualità, oggi non possiamo essere contenti del tutti. Abbiamo fatto due orrori prendendo gol e siamo stati bravi, poi, a rimetterla in carreggiata. Abbiamo fatto una grande prestazione avremmo dovuto portare a casa più di un pari esterno che, comunque, è sempre un buon risultato. Dobbiamo capire che a volto bisogna essere anche brutti se questo serve a portare a casa la vittoria. Questa Casertana ha dimostrato di potersela giocare con tutti. Sono tutte alla nostra portata. Ci tempo perché esprimiamo un bel gioco e ora che abbiamo recuperato qualche giocatore potremo fare un grande girone di ritorno. Castaldo? CI dà una grossa mano. Lo conosco bene. Qualcuno poteva pensare che avrebbe fatto fatica al rientro dal punto di vista fisico. Ma quando c’è la qualità arrivi ovunque. Serve soltanto il gol. Ma arriverà presto. E ci trascinerà”.