Bollino: “Noi siamo questi! Un dovere crederci e provarci anche se difficile”

Pubblicato in Qui falchetti il 06 aprile 2023

Due gol, due perle. Mauro Bollino è l’uomo copertina del match: “Fino a che la matematica non ci condanna siamo obbligati a crederci. Anche perché noi, comunque, abbiamo il dovere di provarle a vincere tutte. Per noi innanzitutto e poi per cercare di sfruttare un eventuale passo falso di chi ci precede. E’ chiaro che è difficile perché mancano quattro partite, ma dobbiamo dare tutto noi stessi e giocare come oggi fino all’ultimo. Abbiamo sfoderato una prova di qualità ed intensità contro una squadra che è lì in alto dall’inizio”.

“La differenza con la gara di andata a Sorrento? Il campo senza dubbio. Su un campo grande con il nostro riusciamo ad esprimerci meglio, perché amiamo giocare a calcio. Mentre facciamo più fatica quando è di dimensioni ridotte. Poi è chiaro che in campo ci sono tre uomini diversi, in panchina un allenatore diverso, noi stessi siamo un’altra squadra e un altro gruppo. Ma siamo questi davvero. Detto questo all’andata, comunque, meritavamo almeno un punto”.

“Ho sempre creduto nella possibilità di riavvicinarci. Anche quando le cose andavano male. Non ho mai smesso di crederci. Vedo tutti i giorni i ragazzi e so bene qual è la nostra forza. Ognuno di noi può fare la differenza in questa categoria. L’andata è stato un campionato, ora è un altro. Dentro di me sapevo che avremmo potuto far bene. Vedremo il 7 maggio dove saremo. Ora siamo contenti di aver creato un gruppo”.